martedì 21 agosto 2012

In campo per la legalità a Lecco


 Il fatto che la criminalità organizzata sia presente anche al Nord è ormai di comune conoscenza. Meno noto è che sono numerosi anche i beni immobili sequestrati o confiscati: la Lombardia è al quinto posto in Italia con 636. In provincia di Varese, per esempio, sono oltre 80. Nel lecchese sono 33 quelli già restituiti alla collettività.

Per sistemare alcuni immobili e terreni e formarsi sul tema delle infiltrazioni mafiose nel territorio lombardo, Legambiente e Libera propongono a Lecco la seconda edizione di un campo di lavoro, formazione e studio sui beni confiscati, unico esempio in regione.
Un’esperienza che sarà inaugurata domani sera, mercoledì 22 agosto e che coinvolgerà tutto il territorio grazie ad un ricco programma di eventi pubblici: dall’incontro con il Procuratore Giancarlo Caselli ad un tour in bicicletta per visitare alcuni beni, dalla mostra “Chi è Stato” su Falcone e Borsellino ad un reading teatrale.
I giovani volontari, provenienti da tutta Italia, saranno ospitati presso la sede Scout Agesci in via Risorgimento: per dieci giorni saranno impegnati in attività pratiche e di formazione con lo scopo di poter diffondere una cultura fondata sulla legalità e la giustizia sociale.
Tutto il programma è visibile su www.legambientelecco.it

Nessun commento: